Noctis -

Noctis, trilogia psicologia, tre personaggi e tre ambienti diversi ma un finale unico.

Protagonista assoluta della trilogia che dà vita a questo atipico racconto è la narrazione. Meglio: una mente narrante è il filo rosso che attraversa ambienti e luoghi in modo ossessivo e circolare, cinica, distaccata, abissale. Essa dà vita a i tre personaggi che sembrano in realtà rifiutarla. Un attore, un’assenza ed uno sfaccendato giocatore di biliardo sviluppano in modo sottile e rarefatto quei sempre uguali giri di parole per portarli a descrivere, finalmente, un’epifania. Dall’oscurità dell’abisso involuto nel pensiero di sé, dall’umbratile presenza nel primo racconto, all’assenza purificatrice del secondo, una pausa nella narrazione dei giorni e dal tempo stesso, fino ai bagliori che si intravedono nei ricordi di una vita sfatta. E’ nel ritorno della Rosy già conosciuta nella prima parte  e che qui fa da cassa di risonanza ad un discorso solipsistico ancora in cerca di sé, che la mente prova a chiudere il cerchio. Ma è una partita irrisolvibile, almeno nel ciclo che piega all’interno e che alla fine si rivela conclusa solo nella luce offerta dal seduttivo appello finale.

Autori: Alessandro Tretti Gastaldello

 

Editore: Level82publishing

 

 

Formato stampa:148x210

Rilegatura:Brossura

Prima Edizione: Ottobre 2020 

 

PP. 120

ISBN

Prezzo: € 12,00

 

WhatsApp chat
 0